RECORD ORLANDI, avanzo di gestione 2016 vola oltre i 2 mln e mezzo di euro, ma CONI potrebbe non concedere l’utilizzo delle liquidità eccedenti alla gestione Di Paola

RECORD ORLANDI, avanzo di gestione 2016 vola oltre i 2 mln e mezzo di euro, ma CONI potrebbe non concedere l’utilizzo delle liquidità eccedenti alla gestione Di Paola

bilancio 2016 comunicato

Oltre 2 milioni e mezzo di euro, per l’esattezza € 2.632.850,55: questa è la “dote” lasciata dall’ex presidente della Fise Vittorio Orlandi alla Federazione per l’anno 2016. La comunicazione ufficiale del risultato di gestione 2016 è stata pubblicata il 13 luglio sul sito federale: ora il Bilancio 2016 è alla Giunta del CONI in attesa di approvazione.

La gestione Orlandi ha migliorato il risultato del 2015, quando l’avanzo era stato di € 2.256.815, quadruplicando l’obiettivo del Piano di Risanamento per il 2016 (€ 647.000).

Quale sarà l’indirizzo di politica economico-finanziaria della dirigenza FISE targata Di Paola?

#TEO se lo sta chiedendo dopo aver esaminato a fondo il Bilancio Preventivo 2017, così come approvato dalla Giunta CONI il 4 maggio scorso.

In occasione dell’approvazione del Preventivo, la Federazione ha pubblicato sul sito federale risultati tra loro contrastanti per il Bilancio 2016:

– Preventivo iniziale 2016: € 1.402.940,41

– Preconsuntivo 2016: € 705.365,86

preconsuntivo

– Preventivo economico aggiornato 2016: € 705.365,86 (uguale al precedente, ma scaturito da differenti valori e costi della produzione)

In sostanza, nella presentazione del bilancio preconsuntivo, c’è uno scarto di due milioni di euro rispetto al risultato reale:  presentare un preconsuntivo 2016 con un risultato di € 705.365, contro un consuntivo reale 2016  attestato a € 2.632.850, non trova ancora una spiegazione ufficiale: lo scarto è eccessivo.

Anche la analisi del Preventivo 2017 a puntate da noi predisposta, al momento, deve essere sospesa, poiché, per correttezza di analisi dobbiamo attendere la versione definitiva e ufficiale del Bilancio 2016. Tutte le variazioni percentuali indicate nel documento approvato il 4 maggio dal CONI sono compromesse, e non vogliamo offrire una informazione distorta.

Quando l’allora Presidente Vittorio Orlandi presentò il Bilancio Consuntivo 2015 all’approvazione della Giunta del CONI, ottenne dal Comitato Olimpico Nazionale l’alleggerimento di parte del piano di risanamento, che venne rimodulato su importi più bassi (utilizzando le liquidità eccedenti generate per il 2015). Grazie a quelle risorse economiche, la dirigenza Orlandi restituì risorse ai Comitati Regionali e aumentò i contributi allo sport solo per il 2016 di 750.000 euro.

I primi atti della gestione Di Paola sono stati la riduzione delle risorse attribuite ai Comitati Regionali (delibera n. 143 del 13 marzo 2017) e le diminuzioni  del 13% delle risorse destinate alla attività sportiva; contestualmente aumentano i numeri delle nomine all’interno della FISE, i corrispettivi versati a titolo di compensi ed emolumenti, e i rimborsi spese per i componenti i 50 organismi sorti in seno alla Federazione.

COmitati Regioinalitagli

Se il CONI non concedesse alla attuale dirigenza di utilizzare il polmone finanziario della gestione Orlandi (la differenza tra il risultato ottenuto nel 2016 e il piano di risanamento per lo stesso anno, circa 2 Milioni di euro), sarà in grado il Presidente Di Paola di rimanere entro i limiti imposti dal Piano di Risanamento?

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...