Piazza di Siena 2017, perdita secca di oltre 800.000 euro.

Piazza di Siena 2017, perdita secca di oltre 800.000 euro.

Una perdita secca di  821.956 euro: è il passivo registrato da Piazza di Siena 2017. La metà della perdita sarà coperta da CONI SERVIZI SPA in virtù degli accordi sottoscritti con la Federazione Italiana Sport Equestri.

E’ quanto si apprende dalla relazione alla prima nota di variazione al Bilancio Preventivo 2017 della FISE.

Nell’ultima riunione del Consiglio Federale della Federazione Italiana Sport Equestri, il Presidente Marco Di Paola ha presentato al Consiglio la relazione alla prima nota di variazione al Bilancio Preventivo 2017.

Lo strumento della “Nota di variazione” viene utilizzato ogniqualvolta sia necessario apportare delle modifiche al Bilancio Preventivo dell’anno in corso sulla base degli accadimenti economici e finanziari dell’anno stesso.

Leggendo la relazione del presidente #TEO ha rilevato che:

  • La FISE e il CONI, attraverso il Comitato Tecnico di Gestione, hanno effettuato la scelta strategica di organizzare l’edizione 2017 di Piazza di Siena in perdita, in ottica di investimento per il futuro.

relazione 1

  • L’evento Piazza di Siena 2017 ha determinato una perdita secca di € 821.956,00, perdita coperta al 50% da CONI SERVIZI SPA, sulla base degli accordi sottoscritti con le FISE.

rel2rel3

Ecco cosa scriveva l’allora candidato alla presidenza FISE, Marco Di Paola, sulla sua pagina pubblica Facebook a proposito di Piazza di Siena, nel 2016

Trasparenza

“Nessuno può mettere in dubbio che la FISE vive con i soldi che arrivano dai centri ippici affiliati, dai loro tesserati, dagli istruttori e dai concorsi ippici a cui partecipano gli appassionati. […] Nessuno dovrebbe quindi mettere in dubbio che chi paga questi soldi ha il sacrosanto diritto ad essere ben informato su come vengano spesi.
Non parlo dei freddi numeri di un bilancio che, come abbiamo visto in passato, può nascondere le peggiori nefandezze. Parlo di cose più semplici come per esempio i conti dello CSIO di Piazza di Siena.
Dovrebbe risultare pacifico che affiliati e tesserati abbiano il diritto di sapere se la FISE ha rimesso soldi e, in caso affermativo, quanti. […] 
Questo, mentre pare assai probabile che la perdita per ciascuna delle due edizioni sia stata nell’ordine di centinaia di migliaia di euro. Tutti soldi presi dalle tasche dei circoli e dei tesserati. Tutti soldi sottratti all’attività sportiva di base.
Eppure la storia recente dimostra che un concorso come quello di Piazza di Siena si può organizzare senza perdere soldi, così come è stato fatto nella edizione 2013.

Temo che dovremmo prepararci ad un’altra perdita coperta con i soldi dei circoli e dei tesserati.
Come si dice non ci sta due senza tre!

marcodipaiola_FB_cover

 

 

 

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

w

Connessione a %s...