Algarotti replica a #TEO: ottemperato a quanto previsto dallo Statuto Federale in merito alla incompatibilità delle cariche.

Algarotti replica a #TEO: ottemperato a quanto previsto dallo Statuto Federale in merito alla incompatibilità delle cariche.

In merito a quanto pubblicato sulle pagine di #TEO in data 29 gennaio, il Dott. Ezio Algarotti, Presidente del Collegio dei Revisori dei conti della Federazione Italiana Sport Equestri ci ha comunicato di aver ottemperato nei tempi e nei modi a quanto previsto dallo Statuto riguardo alla non compatibilità delle cariche.

La notizia, riportataci direttamente dal Dott. Algarotti, ci rincuora, poichè gli effetti di una sua decadenza ex post dalla carica di Presidente del Collegio dei Revisori, sarebbe stata devastante per le dinamiche gestionali interne alla Federazione.

Restano da chiarire le ragioni per cui il sistema di tesseramento della F.I.S.E. non riporti alcun aggiornamento della carica sociale, come evidenziato nel post che potete leggere al seguente link. L’ennesima lacuna del sistema di tesseramento online o un errore umano?

Algarotti Tesseramento

gc

Annunci

Dillo a #TEO – Presidente del Collegio dei Revisori dei Conti F.I.S.E. anche Presidente di una A.S.D.! Lo Statuto prevede la decadenza immediata.

Dillo a #TEO – Presidente del Collegio dei Revisori dei Conti F.I.S.E. anche Presidente di una A.S.D.! Lo Statuto prevede la decadenza immediata.

Il Dott. Ezio Algarotti, Presidente del Collegio dei Revisori dei Conti eletto in sede di Assemblea Generale il 23 gennaio del 2017, è anche Presidente di una A.S.D.: alla luce di questa concomitanza, ai sensi dell’articolo 62 dello Statuto della F.I.S.E., essendo le due cariche incompatibili, Algarotti decadrebbe immediatamente dalla carica assunta posteriormente (e alquanto tardivamente, rispetto ai dettami dello Statuto), nel suo caso specifico, quella appunto di Presidente del Collegio dei Revisori dei conti.

L’articolo 62 al comma 2, infatti, recita testualmente: “Le cariche di Presidente Federale, di componente il Collegio dei Revisori dei conti […] sono incompatibili con […] ogni altra carica sociale di associazione sportiva affiliata o aggregata alla F.I.S.E.

62 1-2

Al comma 5 dello stesso articolo, viene prescritta l’immediata decadenza dalla carica assunta posteriormente, in caso di una situazione di incompatibilità, come vediamo di seguito.

62 5

Di seguito l’estratto dal sistema di Tesseramento online, nel quale si può vedere la carica ricoperta ad oggi da Ezio Algarotti nel Centro Ippico Capannelle.

Algarotti Tesseramento.jpeg

Alla luce di quanto esposto, il Dott. Algarotti decadrebbe immediatamente dalla carica elettiva di Presidente del Collegio dei Revisori della F.I.S.E., per lasciare il posto al Dott. Giampiero Sammartini, arrivato secondo in graduatoria alle elezioni del 23 gennaio dello scorso anno.

A noi di #TEO non pare possibile che un professionista del calibro di Algarotti abbia commesso un errore di questo genere: d’altro canto il database del sistema di tesseramento online è “l’unico riconosciuto dalla Federazione e solo i dati riscontrati all’interno dello stesso avranno valore probativo”, come si può evincere anche da quanto riportato nell’estratto dal MODELLO DI ORGANIZZAZIONE, GESTIONE E CONTROLLO EX D. LGG. 231/200, riportato nel testo sottostante.

231.jpeg

Al solito attendiamo sviluppi. 

vk

Caso Alessandra Bruni – C’è un precedente: Avvocato Guglielmo Moroni.

Caso Alessandra Bruni – C’è un precedente: Avvocato Guglielmo Moroni.

Giorni fa, #TEO ha evidenziato il caso riguardante l’Avvocato Alessandra Bruni, Presidente della Corte Federale d’Appello della F.I.S.E., nonostante sia:

  • tesserata (tessera n. 014074/G);
  • proprietaria di cavalli;
  • madre di due tesserate F.I.S.E. – Ludovica e Costanza Manzoni – la prima delle quali ha ricevuto una delle dieci borse di studio F.I.S.E., accordate per giovani cavalieri (nella commissione il direttore sportivo della Federazione, Maresciallo Francesco Girardi, nel cui centro ippico monta l’altra figlia).

Nonostante quanto “reciti” il maldestro comunicato stampa diramato a mezzo Facebook (sabato scorso alle ore 22:00) sulla pagina della Federazione Italiana Sport Equestri, il tesseramento dell’Avvocato Bruni, e come atleta, e come proprietario di cavalli (ricordiamo che quest’ultima è considerata una “carica federale”), è incompatibile con la carica di Presidente della Corte Federale d’Appello, e in generale, con qualsiasi ruolo all’interno degli organi di giustizia federale: non lo diciamo noi, lo dice il Regolamento di Giustizia.

Noi di #TEO, approfondendo la ricerca sull’argomento, abbiamo trovato un precedente, che avvalora le nostre affermazioni. Si tratta di una sentenza del 2014, la decisione del Giudice Sportivo Nazionale del 14 febbraio 2014, riguardante l‘Avvocato Guglielmo Moroni, già Presidente della Commissione Federale d’Appello F.I.S.E., nominato nel dicembre 2012.

La riportiamo di seguito per conoscenza.

Moroni 1Moroni 2

L’Avvocato Moroni era tesserato e ricopriva la carica di Presidente di un centro affiliato. La Procura Federale si è “premurata” di richiederne la condanna, comminando comunque una censura, anche se nel frattempo l’avvocato si era dimesso da entrambi i ruoli.

Cosa c’è di diverso nel caso di Alessandra Bruni? E’ tesserata, ricopre la carica federale di proprietario di cavalli, ed è Presidente della Corte Federale d’Appello.

Ricordiamo l’art. 22 del Regolamento di Giustizia cosa dice sull’argomento, riproponendolo di seguito:

22

A noi di #TEO piace enunciare tesi, non snocciolare ipotesi o domande, che lasciano sempre il sapore della retorica fine a se stessa. In questo caso le domande, però,  sono tante; non ci aspettiamo risposte dagli organi ufficiali, anche perché l’ultima ricevuta a mezzo Facebook dalla F.I.S.E. è parsa solamente un goffo tentativo di scaricare la responsabilità sulla Commissione Federale di Garanzia.

  1. Ai sensi dell’articolo 22 del regolamento di Giustizia, l’Avvocato Bruni avrebbe dovuto rilasciare una dichiarazione in cui attestasse tra l’altro di non essere tesserata in Federazione: l’ha fatto o no? (Cambiano gli scenari, in un caso o nell’altro)
  2. Perché la Commissione federale di garanzia non è intervenuta sulla nomina, dato che Alessandra Bruni è tesserata: significa che non è stato effettuato alcun controllo o che – peggio – nella dichiarazione (nel caso l’abbia redatta), l’Avvocato Bruni abbia tralasciato di indicare il suo tesseramento in FISE?
  3. Anche la Procura federale non è intervenuta con l’Avvocato Bruni, come fece con l’Avvocato Moroni nel 2014. Perché?

A nostro parere, l’emersione di questo precedente avvalora la nostra tesi secondo cui la posizione di Presidente della Corte Federale d’Appello dell’Avvocato Alessandra Bruni non è accettabile: l’avvocato deve dimettersi, e le sentenze in cui è stata Presidente potrebbero essere annullabili (se impugnate), se non addirittura nulle.

Al solito, attendiamo chiarezza.

mm

Dillo a #TEO – Riabilitazione Equestre: ci vogliamo muovere?

Dillo a #TEO – Riabilitazione Equestre: ci vogliamo muovere?

Riceviamo una lettera da un istruttore che si occupa di Riabilitazione Equestre, che evidenzia la disattenzione da parte della Federazione Italiana Sport Equestri rispetto alla disciplina. Ogni commento è superfluo.

“Buonasera, da istruttore specializzato in Riabilitazione Equestre, informo che oggi, 24 gennaio 2018, nonostante il mio centro sia in regola con tutti i pagamenti e le certificazioni, non può emettere patenti AR (o nuova denominazione delle stesse) perché non sono ancora state definite le nuove modalità. A oggi ho un progetto già iniziato a cui prendono parte oltre 20 ragazzi, tra cui due nuovi iscritti (quindi non in possesso di patente per l’anno 2017) che non hanno potuto cominciare con i compagni a causa di questa incuria da parte della Federazione. 

Sono a conoscenza del fatto che siano cambiate le normative e che sia necessaria, entro marzo 2018, l’equiparazione con le linee guida per gli Interventi Assistiti con gli Animali sia da parte dei centri che dei Tecnici. La comunicazione, però risale a più di qualche mese fa e, mentre le altre federazioni già da tempo si sono adeguate, l’unica email (per altro poco chiara) della FISE risale a dicembre 2017 (quindi con soli 4 mesi di preavviso rispetto al termine ultimo). Trovo questa cosa indegna e altamente discriminatoria, spero qualcuno abbia indicazioni in merito.”

 

#TEO dice semplicemente:

GRAZIE, F.I.S.E.!

GRAZIE, MARCO DI PAOLA!

tl

Silence, please!

Silence, please!

Dipendenti e/o collaboratori e/o soggetti che rappresentano la federazione…SILENCE, PLEASE!

lettera.jpeg

DIPENDENTI E/O COLLABORATORI E/O SOGGETTI CHE RAPPRESENTANO LA FEDERAZIONE…SILENCE, PLEASE!

…ah, già…il Segretario Generale è intervenuto ieri su Facebook, per chiarire che Piazza di Siena si farà sul campo in erba. Noi, per sicurezza abbiamo fatto una foto ricordo (non del Segretario, ma del suo commento), in attesa di maggio.

perillo.jpeg

Pensiamo proprio che il Segretario Generale non interverrà più sui social, pur ritenendo che dopo aver visto il Presidente digitare ad ogni piè sospinto ovunque su internet, il Dottor Perillo abbia pensato di fare cosa buona e giusta dando il proprio contributo “social”  mentre il Presidente stesso è in ferie.

E adesso? Lui qui sotto, cosa farà? Dal 2018 prende anche un lauto stipendio………ed è a tutti gli effetti un collaboratore della F.I.S.E. stipendiato. Ma soprattutto: se parlerà, che punizione gli riserverà il Presidente pro tempore Marco Di Paola?

palmone

gc

F.I.S.E. smentisce #TEO (e 2!)…#TEO rilancia.

F.I.S.E. smentisce #TEO (e 2!)…#TEO rilancia.

Alle 22:00 circa di ieri sera, sabato 20 gennaio 2018, la Federazione Italiana Sport Equestri, tramite la propria pagina Facebook ha diramato un comunicato stampa a smentire quanto esposto da #TEO nei post riguardanti la posizione della Presidente della Corte Federale d’Appello, Avvocato Alessandra Bruni, e la presunta annullabilità delle 11 sentenze in cui l’avvocato Bruni era Presidente della Corte, ut supra.

FISE

Partendo deal presupposto che pare veramente strano che la Federazione si preoccupi di contestare il post di #TEO  con tale urgenza da dover pubblicare un comunicato sabato sera alle 22:00, rileva in primis il fatto che chiunque abbia scritto il comunicato non conosce la differenza tra “pseudonimo” e “acronimo“. #TEO è acronimo di “The Equestrian Observer”, sicuramente non pseudonimo.

Alberto Moravia, per esempio, è pseudonimo di Alberto Pincherle.

F.I.S.E., o anche FISE, è acronimo di Federazione Italiana Sport Equestri (per chi di letterato ci legge, sappiamo anche noi che la vera definizione di acronimo è leggermente differente, coinvolgendo anche le sillabe, ma preferiamo rimanere sul basico e commerciale…grazie!).

Non è necessario parafrasare il comunicato, salvo evidenziare che di fatto, viene “scaricata” la responsabilità del controllo sulla Commissione Federale di Garanzia, terminando l’esposizione con un molto vago “NON RISULTA  A FISE CHE…”.

Per noi di #TEO, il fatto che l’Avvocato Alessandra Bruni sia tesserata F.I.S.E. non le permette sostanzialmente di poter essere un organo di giustizia federale (naturalmente in F.I.S.E.: nessuno le vieterebbe per esempio di ricoprire una stessa carica federale, a titolo esemplificativo e non esaustivo, nella Federazione Italiana di Tiro con l’Arco).

D’altro canto, anche la Giurisprudenza sembra darci ragione:

(F. Verde, M.Sanino, Il diritto sportivo, CEDAM, 2015) Lo status di atleta viene acquisito proprio con «l’inserimento nell’ordinamento sportivo attraverso un vero e proprio atto formale di adesione che consente l’imputazione soggettiva dei risultati e l’inserimento nelle graduatorie sportive». Tale atto, denominato tesseramento o cartellinamento, è costituito dall’iscrizione del soggetto ad una associazione sportiva la quale iscrive lo stesso alla Federazione oppure dalla diretta iscrizione alla Federazione sportiva.

Viene poi sottolineato come attraverso questo atto “l’atleta acquista uno status e cioè diventa titolare di un fascio di rapporti giuridici che creano reciproci diritti ed obblighi nei confronti degli altri atleti, dell’associazione sportiva, della Federazione nazionale ed internazionale”.

“Il tesseramento, come evidenziato, è invece l’atto che lega una persona fisica alla FISE.”

Non siamo noi gli autori della citazione di F. Verde e M.Sanino fino al virgolettato sopra esposto: abbiamo estratto tali nozioni che vanno a specificare la natura giuridica del tesseramento avanti ad una Federazione Sportiva Nazionale da una sentenza della corte federale d’appello della Federazione Italiana Sport Equestri. Tale sentenza, che alleghiamo integralmente qui sotto per conoscenza dei lettori ha come Presidente della Corte e Relatore l’Avvocato Alessandra Bruni.

sentenza.jpeg

13-07-2017 Sentenza Procedimento dappello omissis N.R.G. CAS 02_17 GSN 02_17

gf

 

Corte d’Appello Federale: 11 sentenze annullabili?

Corte d’Appello Federale: 11 sentenze annullabili?

Sono undici le sentenze della Corte Federale d’appello presenziate dall’Avvocato Alessandra Bruni: le elenchiamo qui di seguito, allegandone anche i testi. Undici sentenze dal 18 maggio al 19 dicembre.

L’Avvocato Alessandra Bruni, ha accettato nel maggio 2017 la nomina a Presidente della Corte Federale d’Appello della F.I.S.E., sottoscrivendo, ai sensi dell’art. 22 del Regolamento di giustizia della Federazione, un documento in cui dichiara di non aver alcun rapporto – tra gli altri – associativo con la Federazione, gli affiliati, o i tesserati. La stessa, in realtà, è tesserata, non solo con una patente ludica, ma anche come proprietario di cavalli, e le figlie montano a cavallo, avendo anche una di loro, ricevuto una borsa di studio dalla Federazione stessa.

L’argomento. evidenziato in questo post, uscito il 19 gennaio su #TEO, solleva non poche questioni, tra cui la validità delle sentenze presiedute dall’Avvocato Bruni, nel momento in cui venisse contestata la sua posizione; contestazione che parrebbe logica conseguenza dalla aperta violazione dell’art. 22 c. 3 del Regolamento di Giustizia.

Che ne sarà delle seguenti undici sentenze?

GIUSEPPE FELICI

18-05-2017 – Sentenza Procedimento dappello N. R.G. CA 2_17 RG 14-16 PA 123bis-15

Felici

 

MARIA ROSA COMINA

04-07-2017 – Sentenza Procedimento dappello N. R.G. C.A. 03_17 RG 11_16 PA 116_15

Comina.jpeg

 

DANIELE BERNARDI

05-07-2017 – Sentenza Procedimento dappello N. R.G. C.A. 4_17 RG 27_15 PA 141_14

DANIEL.jpeg

 

ANTONIO CASTELGRANDE

13-07-2017 – Sentenza Procedimento dappello N. R.G. C.A. 01_17 GSN 06_17

CASTELGRANDE.jpeg

 

UBERTO LUPINETTI E ANTONIO SARTORE

13-07-2017 – Sentenza Procedimento dappello omissis N.R.G. CAS 02_17 GSN 02_17

LUPO.jpeg

 

FILOMENA PALOMBA

27-07-2017 – Sentenza Procedimento dappello N. R.G. C.A. 5_17 RG 8_17 PA 35_17

palomba

 

ADRIANA MERLINI

28-09-2017 – Sentenza Procedimento dappello N. R.G. CAF 07_17 RG 10_17

merlini.jpeg

 

ARNALDO BOLOGNI, GIORGIA BASSETTI, VERONICA TEBALDI,

MARGHERITA GABELLINI

28-09-2017 – Sentenza Procedimento dappello N. R.G. CAS 3_17 GSN 9_17

bologni.jpeg

 

RENATA RAINERI

07-12-2017 – Sentenza Procedimento dappello N. R.G. C.A.S. 04_17 GSN 15_17

Raineri

 

CIRINO CARABOTTA, ROSAMARIA ARENA, ALESSANDRO SCIACCA,

SIMONA MAZZULLO

19-12-2017 – Sentenza Procedimento dappello N. R.G. CAS 05_17 GSN 14_17

carabotta.jpeg

 

PAOLO POMPONI

19-12-2017 – Sentenza Procedimento dappello N. R.G. CAS 08_17 RG 16_17 PA 10_17

pomponi.jpeg

 

La parola passa ai legali di questi tesserati. #TEO seguirà la vicenda da vicino.

mm