“Fallimento della Jumping Follonica. In cinque finiscono a processo.”

“Fallimento della Jumping Follonica. In cinque finiscono a processo.”

Riportiamo questo articolo uscito il 25 febbraio del 2018, rinvenibile nella versione originale cliccando qui, uscito sulla pagina della cronaca de “La Nazione”.

Spicca fra tutti il nome di Olis Granucci, Consigliere del Team Jumping Lo Scoiattolo A.S.D. di Pontedera, nonchè rappresentante dei tecnici e istruttore federale di secondo livello nella stessa Associazione (nell’articolo si riporta la sua figura di amministratore di fatto della A.S.D.) . Lo Scoiattolo è una struttura di riferimento in Toscana, assegnataria di diverse manifestazioni di interesse federale; inoltre, recentissima la nomina di Granucci nella neo commissione del Dipartimento Giovani Cavalli della F.I.S.E..

Però va tutto bene…

Buona lettura!

“Fallimento della Jumping Follonica. In cinque finiscono a processo.

IN CINQUE saranno processati per il fallimento della Jumping Follonica, la società a responsabilità limitata che era nata per organizzare eventi e manifestazioni che ruotavano attorno alle corse di cavalli. Il giudice dell’udienza preliminare Sergio Compagnucci (nella foto) ha infatti rinviato a giudizio Olis Granucci, 56 anni di Capannori; Giorgio Mele 55 anni di Quarto; Veronica Bisacchi di Chiusi; Roberta Signorini 56 anni di Pontendera e Silvio Toriello 49 anni di Napoli.

Tutti erano finiti a processo, in base alle cariche ricoperte sia nella Jumping Follonica che in altre società collegate. Il fallimento della Jumping è stato sentenziato dal Tribunale di Grosseto a marzo del 2014.

Da qui, a ritroso, sono scattati gli accertamenti per mettere insieme i movimenti e la gestione della società del Golfo. Secondo il castello accusatorio ricostruito dalla procura, dalla società sarebbero stati sottratti beni e soldi per un valore di svariate centinaia di migliaia di euro.

«DISTRAZIONE» che in alcuni casi sarebbe andata a favore di altre società controllate dagli stessi amministratori. Tra le contestazioni che hanno portato, ad esempio Bisacchi e Granucci a processo, ci sono quelle di aver fatto sparire un contributo Fise di 40mila euro cedendolo alla Team Jumping Scoiattolo Asd, di cui Granucci era amministratore di fatto.

Oppure di avere distratto la somma di 54.664 euro che era il provento della manifestazione Toscana Jumping Tour Follonica. A questo si aggiunge anche la cifra di 38.182 euro che dalla Follonica Jumping era finita di nuovo alla Team Jumping Scoiattolo.

Signorini, Mele e Toriello, a turno, con Granucci sono accusati di avere distratto altro materiale dalla società follonichese, come attrezzatura e merce. Granucci da solo, infine, è accusato della distrazione di somme importanti come 229mila e 227mila.

La prima udienza del processo davanti al Tribunale di Grosseto in composizione collegiale è fissata per il 16 maggio prossimo.”

tl

 

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

w

Connessione a %s...