Una delibera al giorno – Delibera 203 del 19 Febbraio 2018: la delibera cangiante.

Una delibera al giorno – Delibera 203 del 19 Febbraio 2018: la delibera cangiante.

E’ oramai una triste consuetudine di codesta dirigenza quella di pubblicare le delibere dei Consigli Federali “a puntate”, mettendo on line sul sito www.fise.it nella sezione TRASPARENZA le delibere dei  Consigli Federali in versioni inizialmente parziali, che vengono di volta in volta aggiornate dagli zelanti dipendenti della Federazione (che presumibilmente seguono le istruzioni del Segretario Generale Simone Perillo).

Nel 2018, la consuetudine si è intensificata, arrivando a proporre 5 versioni del pacchetto di  delibere pertinenti i Consigli Federali del 15 gennaio e del 19 febbraio (si desume che siano 5 poiché il nome dei file pubblicati riporta il numero agg 4, il che sta a significare la versione originale + 4 aggiornamenti).

15 gennaio.jpeg

19 febbraio

Peccato veniale? Volontà di rispettare una delle tante promesse inevase dall’attuale Presidente circa la “casa di vetro” e la trasparenza totale delle delibere, ivi compresa la pubblicazione degli allegati alle delibere stesse? Non siamo noi a dover dare giustificazioni o risposte sulle ragioni che spingono la dirigenza federale a pubblicare le delibere dei consigli “un po’ alla volta”. Certo è che siamo rimasti veramente perplessi e preoccupati da quanto abbiamo rilevato circa la delibera n. 203  del 19 Febbraio 2018.

La delibera 203, del dipartimento Formazione, riporta, dopo le premesse il seguente testo:

“di approvare l’istituzione dell’esame da privatista per Tecnici di Equitazione di Campagna di 1° livello e Tecnici di Equitazione di Americana di 1° livello.

di approvare l’elenco delle commissioni d’esame che si allega.”

Ed è così che nella versione 2018-02-19 Consiglio Federale agg 3 (il terzo aggiornamento del pacchetto di delibere approvate in sede di Consiglio Federale del 19 febbraio 2018) visibile nella sezione Trasparenza del sito federale il 13 marzo, compare la delibera 203 con un allegato, che riportiamo di seguito. Nella versione 2018-02-19 Consiglio Federale agg 4 (il quarto aggiornamento del pacchetto di delibere approvate in sede di Consiglio Federale del 19 febbraio 2018) apparsa nella sezione Trasparenza del sito federale il 23 marzo,  la delibera 203 riporta un allegato totalmente differente.

Invitiamo i nostri lettori ad esaminare i documenti prodotti, di seguito e facciamo notare che la delibera 203 approva le commissioni di esame, che di fatto nell’allegato della  nuova versione non appaiono più.

AGG. 3

203 OLDALLEGATO OLD PAG. 1ALLEGATO OLD PAG. 2ALLEGATO OLD PAG. 3ALLEGATO OLD PAG. 4ALLEGATO OLD PAG. 5

 

AGG. 4

203 NEWALLEGATO NEW PAG. 1ALLEGATO NEW PAG. 2ALLEGATO NEW PAG. 3ALLEGATO NEW PAG. 4ALLEGATO NEW PAG.5

 

Ricapitolando: in sede di Consiglio Federale, i Consiglieri ed il Presidente approvano una delibera con un testo allegato, che viene pubblicato sul sito federale,  nella apposita sezione. Dopo una decina di giorni viene pubblicato un aggiornamento del pacchetto di delibere (il quarto aggiornamento), nel quale l’allegato che è stato deliberato dal Consiglio viene sostituito con un altro testo, e altri contenuti.

Parliamone…

Che natura giuridica ha la Federazione?

  • SE Soggetto di diritto publico: quanto accaduto viene definito falsità materiale in atto pubblico.
  • SE Soggetto di diritto privato: falso in scrittura privata.

Noi di #TEO siamo orientati verso la seconda ipotesi. Il reato di falso in scrittura privata, disciplinato dall’art. 485 c.p., è stato depenalizzato ed ora costituisce illecito civile, sottoposto a sanzione pecuniaria ex art. 4, comma 4 D. lgs. 7/2016, dai 200 ai 12.000 euro.

Certo è che sotto il profilo dell’ordinamento sportivo, viene violato il Principio di lealtà di cui all’art. 2 del codice di comportamento sportivo; il fatto costituisce illecito disciplinare di cui all’art. 1 del Regolamento di Giustizia della F.I.S.E..

Ma a noi di #TEO non interessano questi aspetti: siamo sicuri che quanto accaduto non produrrà alcun effetto sulla struttura (intesa come Dipartimento Formazione, da cui parte la delibera) e/o sulla dirigenza politica o tecnica: si troveranno mille pretesti per giustificare l’accaduto, che spazieranno dall’errore del dipendente che pubblica materiale errato (un mese dopo il Consiglio, n.d.r.), all’errore informatico, dalla casualità alla tesi che “tanto questa violazione non è stata lesiva per alcuno”.

Quello che a #TEO interessa è che da questo episodio (e non sappiamo quanti altri ce ne possano essere stati) ne esce l’immagine di una dirigenza che approva delibere che sono passibili di cambiamento, senza alcun tipo di controllo a monte. E tutto ciò è preoccupante…molto preoccupante, poichè l’impressione è che la dirigenza politica non abbia contezza di quanto viene deliberato, senza parlare del poco controllo esercitato dal Segretario Generale, o da chi da lui delegato al controllo delle delibere e dei relativi allegati.

Chiudiamo il post odierno con la dedica ed un sentito ringraziamento ad un nostro evidentemente affezionato lettore, tale Fabrizio Cerilli, che ci ha incoraggiato sulla nostra pagina Facebook a scrivere un nuovo post. Effettivamente, erano passate circa 2 settimane dall’ultimo articolo, ma tale assenza non era dovuta ad un periodo di lassismo, bensì ad una importante raccolta informazioni e dati su una inchiesta che ci sta impegnando molto. Materiale da pubblicare, su richiesta dei nostri affezionati fans, però lo abbiamo sempre!

Grazie, Fabrizio Cerilli!

Cerilli

tl

 

 

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

w

Connessione a %s...