Croce: 18 capi d’accusa, iniziata udienza rinvio a giudizio

Croce: 18 capi d’accusa, iniziata udienza rinvio a giudizio
dave-cortes-hell-boy-roto-hex

HellBoy

Giorni fa, sulla nostra pagina Facebook, abbiamo inaugurato la nuova rubrica “il mini pony con la rogna”, un appuntamento che vuole esaminare gli argomenti più spinosi della gestione federale attuale. Il protagonista della prima puntata è stato Cesare Croce, prima sospeso e poi reintegrato dall’innominabile come responsabile del Dipartimento Dressage. Nomi importanti legati alla dirigenza federale attuale si sono scagliati contro di noi, per aver osato contestare il reintegro di Cesare Croce, uno su tutti Vincenzo Truppa.

Il nostro parere, al netto di qualsiasi forma di garantismo, è che, alla luce di quanto esposto di seguito, sarebbe eticamente corretto che la dirigenza federale si preoccupasse di trovare un altro responsabile del settore.

Buona lettura.

E’ in corso dal 16 ottobre 2018 l’udienza preliminare per il rinvio a giudizio di Cesare Croce, capo del dipartimento Dressage della F.I.S.E., arrestato il 21 maggio 2018, poi agli arresti domiciliari per aver collaborato con i magistrati.

Attualmente non e’ sottoposto a misure cautelari.

Per Cesare Croce e’ stato chiesto il rinvio a giudizio per 18 capi di incolpazione: 17 per la violazione del D. Lgs. 74/2000 artt. 8 e 2, un capo di incolpazione riguarda l’art. 416 del Codice Penale, associazione a delinquere con il ruolo di organizzatore per danni arrecati alle società coinvolte per decine di milioni di euro.

(Le società riconducibili a Giuseppe Malaspina sono attualmente sotto sequestro e gestite da amministratori giudiziari. n.d.r.)

Il denaro dei tesserrati della FISE deve essere utilizzato per stipendiare un rinviato a giudizio con 18 capi di incolpazione?

Diteci voi.

hb

Annunci

Le interviste di #TEO: La parola a Catia Brozzi, Presidente di A.N.I.T.E..

Le interviste di #TEO: La parola a Catia Brozzi, Presidente di A.N.I.T.E..
v_for_vendetta_guy_fawkes_face_mask_for_masquerade_halloween_costume_3_-wp1060880912039

Guy Fawkes

Abbiamo contattato Catia Brozzi, presidente di A.N.I.T.E., attaccata in modo molto violento sui social in merito alla Circolare emessa dal Ministero dei Trasporti, congiuntamente con il Ministero degli Interni, perchè indicata come la responsabile del testo della Circolare all’oggetto. La Signora Brozzi, molto gentilmente, ha risposto alle nostre domande, chiarendo in maniera inequivocabile la propria posizione. Buona lettura!

#TEO: Ci parli di A.N.I.T.E..

Catia Brozzi: A.N.I.T.E. è l’acronimo di Associazione Nazionale Italiana Trasporto Equini. Costituita con atto pubblico nel giugno 2017, raggruppa oltre 20 aziende che svolgono trasporto cavalli per conto terzi, regolarmente iscritte all’albo trasportatori per c/terzi. Nasce con l’unico scopo di tutelare gli interessi degli associati nella gestione del loro lavoro.

Logo_Anite2

#TEO: In quanto Presidente di ANITE, Lei ha avuto un ruolo nella redazione della circolare chiarificatrice del 15 Ottobre? E in caso positivo, quale?

Catia Brozzi: Il mio ruolo è appunto quello di Presidente di ANITE: di conseguenza, affiancata da professionisti del settore, mi occupo di tutelare i mie associati e di trovare risposte ai loro quesiti e problemi. Per quanto riguarda la stesura della Circolare all’oggetto ho semplicemente fatto richiesta ai Ministeri competenti – che poi hanno firmato la Circolare – di far chiarezza sulle problematiche del trasporto cavalli, evidenziando bene quando ci si trovi nell’ambito del trasporto per conto terzi e quando  del trasporto per conto proprio. La Circolare non è altro che un chiarimento di Norme esistenti.

#TEO: Ha mai fatto proposte di collaborazione alla Federazione Italiana Sport Equestri, nella persone del Presidente pro tempore Marco Di Paola, o del Presidente della Commissione Trasporto Equidi, Luca D’Oria, in modo da poter addivenire congiuntamente ad una soluzione per il problema dei Trasporti?

Catia Brozzi: Sì, abbiamo più volte chiesto un incontro alla FISE per tramite del Dott. D’Oria; a Fieracavalli, a Verona, nel 2017 presentammo al Presidente Marco Di Paola la nostra associazione ,chiedendo in via informale un incontro per trovare soluzioni al delicato problema del trasporto cavalli. Il nostro legale ha anche inviato una raccomandata con ricevuta di ritorno…senza mai avere ricevuto una risposta.

44563154_10205376156920308_7507689492963131392_o

#TEO: Secondo Lei, quale potrebbe essere la soluzione per i circoli ippici per trasportare i cavali degli associati in gara? E’ necessario chiamare dei trasportatori professionisti, o può esserci ancora spazio per trasportare i cavalli con i mezzi della Associazione?

Catia Brozzi: Non sono io il Legislatore, che può cambiare una legge o una norma. Credo che se le Federazioni e i trasportatori si trovassero ad un unico tavolo con il buon senso e nell’unico interesse di chi pratica sport a cavallo, la soluzione si potrebbe trovare, per poi proporla, uniti, ai Ministeri competenti.

#TEO: Oggi (ieri, n.d.r.) la FISE, con 5 giorni di ritardo, ha emesso un comunicato stampa congiunto con FITETREC-ANTE, in cui dichiara di aver preso contatti con il Ministro Salvini e con il Ministro Toninelli, per arrivare alla revisione della circolare. Cosa ne pensa?

Catia Brozzi: Sono sorpresa di una reazione cosi pesante e del fatto che si voglia addossare la colpa di una “circolare” ad un Associazione che ha semplicemente chiesto chiarimenti. Il nuovo Governo parla e mette come prioritaria la legalità….dunque credo che il Ministro Salvini – che stimo molto – accoglierà ogni richiesta ma sempre rimanendo entro i confini della legalità!

Grazie, Catia Brozzi, per queste risposte illuminanti. 

gf

Elezioni Regionali Lombardia – Vittorio Orlandi nuovo Presidente del Comitato Regionale Lombardo F.I.S.E..

Elezioni Regionali Lombardia – Vittorio Orlandi nuovo Presidente del Comitato Regionale Lombardo F.I.S.E..
image

Matt Murdoch

Vittorio Orlandi è Presidente del Comitato Regionale Lombardo. Con una vittoria schiacciante, e contro le dichiarazioni di una vittoria annunciata di Roncoroni, portate avanti “coraggiosamente” sui social dai supporters di quest’ultimo (Marco Tassoni in primis), il Cavaliere ha vinto le elezioni regionali, che lo porteranno a gestire –  per un periodo di transizione, pari a circa due anni – la Lombardia equestre.

I sostenitori di Roncoroni non possono neppure incolpare Paracciani di aver sottratto dei voti all’ex vice presidente della Lombardia. I numeri e le percentuali, qui sotto riportati, non lasciano scampo.

Vittorio Orlandi: 66,17% – 1.342 preferenze

Emilio Roncoroni: 24,80% – 503 preferenze

Gianluca Paracciani: 9,02% – 183 preferenze

Auguriamo buon lavoro al nuovo Presidente del Comitato Regionale, e per chiudere questo post, facciamo un giretto sulle pagine social dedicate al mondo equestre.

“Equideando” ha pubblicato un laconico post (manca persino la punteggiatura, n.d.r.), e poi un articolo sul blog (lì la punteggiatura la hanno per fortuna messa), in cui viene fatto il resoconto della votazione.

Schermata 2018-10-15 alle 20.34.21.png

“UCIF”, per noi, ha vinto la Palma (non la figlia di Mino Palma, per carità) del saltafosso. E’ quasi commovente la discrezione di Glauco Ricci e il delicato tocco di penna con cui dipinge la vittoria di Vittorio Orlandi: uno potrebbe anche pensare che sia un pubblicista imparziale: vedere per credere.

Schermata 2018-10-15 alle 20.38.18.png

Addirittura, nelle parole che seguono lo screenshot di cui sopra, ammette che qualcosa a Roma non va e mette il piedino avanti dicendo di aver già comunque individuato “in chi conduce da sempre campagne a favore del benessere animale e in chi gestisce brillantemente una Presidenza regionale” (secondo noi si tratta rispettivamente di Eleonora Di Giuseppe e di Clara Campese) i successori al Presidente pro tempore Marco Di Paola. Noi però non possiamo dimenticare i numeri da circo fatti da quest’uomo in sede di elezioni nazionali del gennaio 2017: è sufficiente dare uno sguardo al video che abbiamo postato sulla nostra pagina Facebook. Ah…non avete messo il “like” su “The Equestrian Observer”? Fatelo, perchè presto passeremo anche a realizzare dei video molto interessanti.

“EQUES” ha aperto la bottiglia del vino buono e festeggia, inneggiando alla vittoria del Cavaliere.

Schermata 2018-10-15 alle 21.50.54.png

“Riders Equestrian Family” idem come sopra (vedi “Eques”), ma senza bottiglia.

Stessa cosa per “Trotto, Passo, Alt”, sicuramente con una bottiglia di ottimo champagne.

“La Clubhouse”, che pare essere diventata un punto di riferimento importante nel mondo equestre social (è sufficiente guardare il numero di like che vengono accumulati ogniqualvolta viene pubblicato un post dagli admin) ha riportato il dato della vittoria del Cavalier Orlandi, senza alcun commento di merito.

“Stufi della FISE”, invece, è crollata in un silenzio stampa agghiacciante. Molto probabilmente gli admin del gruppo sono in lutto, e stanno a fatica cercando di elaborarlo. Prontamente sono stati rimossi tutti, ma proprio tutti i post che riguardavano le elezioni regionali lombarde. Tolto il post con i pizzini e i nomi del Consiglio, tolto il post in cui Marco Tassoni, ancora ieri, augurava buon lavoro ad Emilio Roncoroni, futuro Presidente del Comitato Regionale Lombardo. Non è stato sufficiente alla premiata ditta Palma&Tassoni dare per certa la vittoria di Roncoroni, né tantomeno ipotizzare scenari fallimentari da un punto di vista finanziario in caso di vittoria di Orlandi.

Hanno perso, brutalmente.

Schermata 2018-10-15 alle 22.13.37.png

E ora, il Presidente pro tempore Marco Di Paola non sarà per nulla contento. Chissà se dopo questa disfatta anche il nome di Mino Palma diventerà rosso, sulla lista dei depennati nel 2019…è risaputo che il pro tempore è un personaggio vendicativo…

Sulla assoluta ininfluenza della presidente del Comitato Regionale Umbria, Mirella Bianconi, che invocava nella chat della Consulta dei Presidenti dei Comitati Regionali un intervento esterno per garantire l’elezione di Roncoroni, non abbiamo mai avuto alcun dubbio.

bianconi

Anzi, fossimo nel Cavalier Orlandi, le manderemmo un cadeau, per ringraziala. Sicuramente se qualcuno fosse stato indeciso su chi votare, nel vedere l’accorato appello sciura Mirella, avrà optato per votare o Orlandi, o Paracciani.

E adesso, Cavalier Orlandi, hai a disposizione una regione, anzi, la regione capofila, UNITA e collaborativa. Fai del tuo meglio. 

Caro Di Paola, hai cercato di agguantare la gallina dalle uova d’oro, ma a sto giro è andata decisamente male. Cerca di raddrizzare la tua presidenza, altrimenti tra due anni la vediamo durissima.

mm

True lies: le verità nascoste del Bilancio 2017 – parte prima.

True lies: le verità nascoste del Bilancio 2017 – parte prima.

ATTIVITa.jpeg

TYqBOJw1_400x400

a cura di Verbal Kint

Questa l’affermazione del Presidente pro tempore della F.I.S.E. Marco Di Paola, riportata nella Relazione_del_Presidente_al_bilancio_consuntivo_2017 (clicca sulla dicitura precedente, per leggere la relazione nella versione integrale). Una affermazione che non sembra lasciare spazio ad interpretazioni: nel primo anno di mandato il Presidente avrebbe investito l’11% in più di risorse finanziarie rispetto al 2016 nella attività sportiva! Un plauso! Più soldi allo SPORT!

Sarebbe però necessario che la relazione, il Presidente stesso e il suo entourage chiarissero ai tesserati cosa intendano per SPORT, o che comunque spiegassero come ci si muove tra le pieghe del bilancio federale. Cercheremo di farlo noi di #TEO nel modo più chiaro possibile, per giungere – insieme ai nostri lettori – alla conclusione che, in realtà, le risorse finanziarie destinate allo SPORT nel 2017 sono state ridotte del 7%.

Le ragioni della discrasia che stiamo evidenziando sono date dal fatto che – essendo stata Piazza di Siena organizzata direttamente dalla F.I.S.E., in partnership con il CONI – i costi per la realizzazione dello CSIO di Villa Borghese sono stati imputati all’area “attività sportiva” nel bilancio federale. Se osservate lo stralcio del Bilancio consuntivo 2017 riportato qui sotto, vedrete la sostanziale differenza tra il 2016 (Piazza di Siena organizzata da soggetti terzi, con costi per 693.869,74 euro, di cui 601.890,00 di montepremi) e il 2017 (Piazza di Siena organizzata dalla F.I.S.E. con costi per 2.599.209,64 euro).

pds.jpeg

Quindi, se per SPORT il nostro presidente pro tempore intende – a titolo esemplificativo, non esaustivo – più di 100.000 euro di spese di trasferta e soggiorno, oppure 540.000 euro di noleggi vari di materiale tecnico, 118.000 euro di spese per facchinaggio e più di 300.000 euro di spese in promozione e marketing e diritti TV, allora va tutto bene…

di-paola-nepi-ph-equideando-765x510.jpg

Ma per noi di #TEO quanto riportato sopra non è sport…SPORT, per noi è:

  • investimento sui giovani cavalli;
  • investimento sui giovani cavalieri;
  • investimento sui binomi di interesse federale;
  • incentivi ai proprietari e ai cavalieri;
  • organizzazione di manifestazioni sportive nazionali con montepremi di rilievo;
  • investimento sulla formazione;
  • chiunque voglia può integrare i punti sopra elencati.

La riduzione del 7% evidenziata ut supra è stata ricavata, semplicemente depennando dai costi per la attività sportiva la differenza tra l’organizzazione di Piazza di Siena del 2017 e quella del 2016, per un importo 1.905.339,90 euro.

Quasi due milioni di euro dedicati a Piazza di Siena, ma NON allo SPORT.

 

F.I.S.E. 2018: al 30 giugno 2018 calo delle patenti del 6,4%.

F.I.S.E. 2018: al 30 giugno 2018 calo delle patenti del 6,4%.
v_for_vendetta_guy_fawkes_face_mask_for_masquerade_halloween_costume_3_-wp1060880912039

a cura di Guy Fawkes

Dalle statistiche del tesseramento della Federazione pubblicate sul sito federale, emerge un importante calo a livello nazionale di società, patenti e tesseramenti.

Vediamo di seguito i numeri nel dettaglio.

  • Società: 19 in meno le associazioni e società sportive iscritte in F.I.S.E. al 30 giugno  2018. 1.764 (2018) – 1.783 (2017)
  • Patenti: meno 5.615 il saldo al 30 giugno 2018, rispetto allo stesso periodo nel 2017. 82.276 (2018) – 87.891 (2017)
  • Tesserati: meno 2.700 il saldo al 30 giugno 2018, rispetto allo stesso periodo nel 2017. 84.616 (2018) – 87.316 (2017)

20182017

I dati emersi rilevano un fallimento della politica sportiva espansionistica promossa  dal Presidente pro tempore Marco Di Paola nei confronti degli Enti di Promozione Sportiva e delle Discipline Sportive Associate, in particolar modo di A.S.I. Sport Equestri e Fitetrec-ANTE. Politica che non ha fruttato altro che contenziosi e spese legali, senza portare – vedendo i dati ufficiali pubblicati dalla Federazione – alcun beneficio in termini di numero di praticanti.

Eppure l’entourage di Di Paola continua incessantemente a tessere le lodi del proprio imperatore, che a nostro parere, mai come adesso altri non è che un imperatore nudo.

re-nudo-da-astromauh1

“Il biciclettaio grasso, il capo e lo scemo del paese”

“Il biciclettaio grasso, il capo e lo scemo del paese”

“…pronto, capo…”

“Ahò, famme ‘n piacere! LA VUO’ SMETTE DE VENNE LE BICI SENZA ‘R SELLINO E RIMEDI ANNESSI, CONNESSI E RICONNESSI? E TE E GL’AMICI TUOI DI STACIP….”

“ma..ma..capo…io lo faccio per difenderti da quello scemo del paese!!! E poi adesso…ahahahah! Ne ho in mente una con la pompa per gonfiare le gomme della bici, che la metti…”

“Li mortacci tuoi! SI NUN TE STAI ZITTO TE PIJO A CARCI SU LE GENGIVE!! Te pare che me devi difenne tu? C’ho c’abbiamo c’avete chi me difenne, se c’ho bisogno! Me servo mica d’un biciclettaio! E lo scemo der paese lascialo annà, perchè la prossima volta te ce manno direttamente, così fate scemo e più scemo der paese di voantri!”

“no, ma capo, io ti difendo e tu mi tratti così? Non è giusto!”

“Ciccio, te me difenni, perchè te do li sordi, non perchè me vuoi bene. Adesso nun t’accollà e torna a fa i casini tuoi e lasciame perde, che mò c’ho da sistemare stocazzo de casino con er mio minipony!”

Esce circolare 18 della Agenzia delle Entrate: Di Paola fa il fenomeno e millanta meriti non propri.

Esce circolare 18 della Agenzia delle Entrate: Di Paola fa il fenomeno e millanta meriti non propri.
dave-cortes-hell-boy-roto-hex

a cura di HellBoy

Non c’è limite alla fenomenologia del Presidente pro tempore della F.I.S.E.: nell’ultimo periodo poi, pare scatenato nel lanciarsi senza paracadute (anche politico) in dichiarazioni pubbliche imbarazzanti, puntualmente e senza filtro riportate dal solerte Ufficio Stampa della Federazione, o pubblicate sul suo profilo pubblico social.

Oggi, in occasione della pubblicazione da parte della Agenzia delle Entrate della Circolare 18 :”Questioni fiscali di interesse delle associazioni e delle società sportive dilettantistiche di cui all’articolo 90 della legge 27 dicembre 2002, n. 289, emerse nell’ambito del Tavolo tecnico tra l’Agenzia delle entrate ed il Comitato Olimpico Nazionale Italiano.” si è superato!  

Clicca sulla seguente scritta: Circolare n. 18, se vuoi conoscere i contenuti della Circolare.

DSC_0744E’ stato pubblicato sul sito web federale un comunicato stampa con questa sua dichiarazione: “Questa circolare [omissis] rappresenta il primo gradino di un nostro impegno per una chiarezza nei rapporti con l’Agenzia delle Entrate in occasione di eventuali accertamenti.[omissis]. Voglio rivolgere un sentito ringraziamento a tutti i componenti del tavolo tecnico per aver ascoltato le richieste della nostra federazione ed avere chiarito finalmente una situazione che ha creato negli anni diversi problemi ai nostri enti affiliati”.

Potete leggere il testo del Comunicato sul sito federale, cliccando qui.

Pres.-Marco-Di-Paola.jpgmillantare v. tr. [der. di millanta; propr. «amplificare ingrandendo di mille volte»]. – Vantare con molta esagerazione: m. le proprie ricchezze, i proprî meriti, le proprie prodezze, la nobiltà della propria famiglia, ecc.; o fingere per vanteria cose non vere: m. protezioni, conoscenze altolocate, ecc. [TRECCANI]

Ebbene sì…il Presidente pro tempore della F.I.S.E. ha millantato meriti non ascrivibili né a sé né alla commissione fiscale da lui costituita in Federazione, composta tra gli altri dal Consigliere D’Oria, dal Dottor Truppa e dal Dottor. Altobelli.

In primo luogo, i contenuti della circolare sono frutto di un lavoro quinquennale della Commissione Fiscale nominata da Giovanni Malagò nel 2013 e presieduta dal Dott. Andrea Mancino: la Circolare 18 non riguarda solamente la F.I.S.E.: è un documento di 79 pagine che affronta le tematiche più disparate all’interno del mondo dell’associazionismo sportivo…a 360 gradi. 

In secondo luogo, carissimo Marco Di Paola, noi di #TEO, tutti insieme appassionatamente, vorremmo dirti che avresti almeno dovuto controllare i comunicati stampa emessi dalla F.I.S.E., poiché il 15 gennaio 2017 il tuo predecessore (pro tempore pure lui) aveva già comunicato la notizia sul sito federale…sembra proprio, Di Paola, che Tu sia arrivato con più di un anno e mezzo di ritardo, ma soprattutto ti sia dimenticato di cancellare le tracce.

Potete leggere il comunicato del gennaio 2017, cliccando, prima che qualche solerte adepto di Di Paola lo cancelli, cliccando QUI!

Noi nel dubbio lo abbiamo fotografato e lo riportiamo qui sotto. Non si sa mai.

orlandi 1

Orlandi 2.jpeg

fede.jpeg