Una delibera al giorno – Delibera n. 438 del 7 maggio 2018: l’Avvocato Merluzzi offre i propri servizi pro bono…

Una delibera al giorno – Delibera n. 438 del 7 maggio 2018: l’Avvocato Merluzzi offre i propri servizi pro bono…

Con delibera n. 438 del 7 maggio 2018, il Consiglio Federale ratifica l’incarico all’Avvocato Fabrizio Merluzzi, affiinchè tuteli la Federazione dalla azione denigratoria messa in atto da più soggetti, così come indicati nella precedente delibera 406 del 9 Aprile 2018.

L’Avvocato Fabrizio Merluzzi eseguirà l’incarico affidatogli, pro bono, come da dichiarazione allegata.

image.png

merluzzi

La delibera n. 406 del 9 aprile 2018, che riportiamo per completezza, nei considerata, sosteneva che #TEO avesse denigrato la reputazione della Federazione e degli Organi di Giustizia, sollevando dubbi di legittimità sulla posizione dell’Avvocato Alessandra Bruni in qualità di Presidente della Corte Federale d’Appello F.I.S.E.. A causa di tale supposta attività denigratoria, il Consiglio Federale incaricava il Presidente pro tempore Marco Di Paola di individuare un legale che potesse occuparsi della vicenda.

 

406

Orbene, il Presidente pro tempore Marco Di Paola si è dato subito da fare:

  • il 9 aprile il Consiglio dà incarico al Presidente di individuare e incaricare un legale per la tutela della Federazione in sede civile e penale;
  • il 18 aprile viene presentata la querela;
  • il 3 maggio l’Avvocato Fabrizio Merluzzi, allegando la querela depositata, dichiara che svolgerà il suo incarico gratuitamente, “essendo quella della equitazione una passione familiare da tempo coltivata”. 

Tutto codesto polverone – è il caso di ricordarlo – nasce dal fatto che noi di #TEO abbiamo sollevato delle perplessità in merito al ruolo ricoperto da Alessandra Bruni, Avvocato dello Stato, che, in quanto tesserata F.I.S.E. – dalla lettura della normative federali  ed in base ad almeno due precedenti – sarebbe risultata incompatibile con la carica ricoperta, di presidente della Corte d’Appello Federale.

I dettagli e il sunto dell’intera vicenda li potete consultare, andando a leggere questo post di poco tempo fa, in cui facevamo il riassunto della situazione: F.I.S.E. chiama, #TEO risponde: VERO CHE?.

Incuriositi dalla lettera presentata dall’Avvocato Fabrizio Merluzzi, che offre le proprie prestazioni professionali pro bono (gratuitamente), “essendo quella della equitazione una passione familiare da tempo coltivata”, abbiamo cercato di capire chi fosse codesto legale.

Quello che ci ha lasciato perplessi è che l’Avvocato Fabrizio Merluzzi – legale di altissimo profilo – svolge la professione di avvocato nello stesso studio dell’Avvocato Giuseppe Cincioni. L’Avvocato Cincioni, peraltro, nome già noto in Federazione, essendo stato l’avvocato difensore di Paolo Margi (clicca di seguito decisione_n._69-2015), è il marito dell’Avvocato Alessandra Bruni.

Come è possibile vedere qui sotto, gli Avvocati Cincione e Merluzzi condividono lo studio e il numero di telefono (notizie desumibili semplicemente googlando i loro nominativi): lavorano insieme.

CINCIONISenza titolo

Oltre a condividere lo studio, entrambi gli avvocati, sono protagonisti congiuntamente in diversi processi penali di rilevanza.

L’Avvocato Fabrizio Merluzzi, che ha offerto gratuitamente la sua professionalità alla F.I.S.E. è socio di studio del marito dell’Avvocato Alessandra Bruni, la Presidente della Corte Federale d’Appello della F.I.S.E., che #TEO ha “osato” mettere in discussione, per quanto riguarda la sua posizione all’interno egli organi di giustizia federali.

Siamo molto perplessi dell’elasticità di questa dirigenza, che, paladina (giustamente o ingiustamente non ci riguarda) del concetto di conflitto d’interessi con i propri tesserati,  mette in campo forze la cui professionalità è assolutamente indiscussa, ma i cui legami possono generare, per lo meno, incertezza.

Basti ricordare:

  • l’incarico dato all’Avvocato Ferruccio Maria Sbarbaro, figlio del Presidente della Corte Federale di Garanzia della F.I.S.E. – Avvocato Giorgio Sbarbaro – per 15.000 euro per “definire i rapporti” con Fitetrec-Ante (leggi l’articolo, cliccando qui);
  • il mandato all’Avvocato Angelo Clarizia, padre dell’Avvocato Paolo Clarizia, componente del Tribunale Federale F.I.S.E., per attivare un procedimento contro la Consigliere Eleonora Di Giuseppe (leggi l’articolo, cliccando qui);
  • e ora l’individuazione di un legale per attivare un procedimento penale a carico di chi avrebbe dubitato della posizione dell’Avvocato Alessandra Bruni come Presidente della Corte Federale d’appello in F.I.S.E., nella figura del socio del marito della Bruni stessa.

Non mettiamo in dubbio la professionalità di alcuno. Stiamo solo riportando – come sempre – i fatti.

Ad maiora.

gf

Annunci

Caso Alessandra Bruni – La strana storia di Fabrizio Cacace.

Caso Alessandra Bruni – La strana storia di Fabrizio Cacace.

Correva l’anno del Signore 2015, e il giorno 23 del mese di Marzo, a primavera appena iniziata, il Commissario Straordinario, Gianfranco Ravà, provvedeva con la delibera n. 215 a nominare come componente effettivo del Tribunale Federale F.I.S.E.  l’Avvocato Fabrizio Cacace.

L’Avvocato, fresco di nomina, scrisse la dichiarazione che alleghiamo per conoscenza, in cui riportava di non avere alcun tipo di rapporto (di lavoro subordinato, o patrimoniale, o associativo etc.) con la F.I.S.E., salvo essere tesserato presso un Centro Ippico; Cacace proseguiva nell’esposizione, sostenendo di ritenere la propria posizione inidonea a compromettere la sua indipendenza in quanto organo di giustizia federale.

CACACE

Il Neo Presidente Vittorio Orlandi, con una istanza successiva datata 20 Aprile 2015, richiese alla Commissione Federale di Garanzia, presieduta dall’Avvocato Giorgio Sbarbaro, di “procedere agli opportuni accertamenti volti a stabilire la compatibilità dell’incarico con la posizione di tesserato.”

ISTANZA.jpeg

L’Avvocato Fabrizio Cacace è stato di(s)messo dagli Organi di Giustizia Federale. Ciò a significare che la Commissione Federale di Vigilanza (e il Procuratore Federale) ha ritenuto che la sua posizione di tesserato fosse incompatibile con quella di componente del Tribunale Federale, nel pieno rispetto delle normative e regolamenti federali, e nel rispetto del principio di TERZIETA’ degli organi di giustizia.

  • L’Avvocato Alessandra Bruni è stata nominata Presidente della Corte Federale d’appello il 5 Maggio del 2017, unica new entry negli organi di giustizia federale;
  • L’Avvocato Alessandra Bruni è tesserata in F.I.S.E. sia con patente ludica, che come proprietaria;
  • Alessandra Bruni è madre di due giovani amazzoni, Ludovica e Costanza, entrambe tesserate F.I.S.E.;
  • Ludovica Manzoli, la prima figlia,  monta nelle fiamme azzurre ed è stata beneficiaria di una delle borse di studio F.I.S.E. accordate per la disciplina del completo;
  • Costanza Manzoli, la seconda figlia, monta presso la Scuderia C & G (“C” sta per Cianfanelli, e “G” sta per Girardi) strutture di proprietà del Direttore Sportivo della F.I.S.E., Francesco Girardi, Maresciallo dell’aeronautica militare.

La Commissione Federale di Garanzia (resta in carica 6 anni), presieduta dall’Avvocato Giorgio Sbarbaro, è la stessa che durante la gestione Orlandi, nel 2015, “lasciò a casa” l’Avvocato Fabrizio Cacace, dichiarando la sua incompatibilità con la carica di giudice federale, in quanto tesserato F.I.S.E..

#TEO, a questo punto, si chiede come mai l’Avvocato Bruni continui imperterrita a presiedere la Corte d’Appello Federale, e non sia stata ancora invitata a farsi da parte, così come tre anni fa venne fatto con l’avvocato Cacace. Noi di #TEO, tra l’altro, siamo portati a pensare che, senza per nulla dubitare dell’altissimo profilo dell’avvocato Bruni, costituiscano “aggravanti” rispetto al caso Cacace i tesseramenti in F.I.S.E. di entrambe le figlie (una è anche nelle fiamme azzurre), la borsa di studio F.I.S.E. assegnata alla figlia Ludovica, e il fatto che la seconda figlia monti nel centro ippico di proprietà del Direttore Sportivo, Maresciallo Francesco Girardi. Perdiamo veramente di vista il concetto di terzietà.

COSA E’ CAMBIATO?

E che ne è stato dell’Avvocato Fabrizio Cacace, nel frattempo? L’Avvocato Cacace è diventato Presidente della Corte Federale d’Appello della Federazione Tiro con l’Arco, salvo essere sostituito pochi giorni fa alla Presidenza da una nostra conoscenza di lunga data: l’Avvocato Alessandra Bruni. Potete verificare la notizia, cliccando su questo link, ma al solito #TEO vi riporta lo screenshot, per conoscenza.

FITARCO.jpeg

Probabilmente, tra i due esiste una questione karmica, che prende le mosse dalla notte dei tempi…oppure il Segretario Generale della FITARCO, il dottor Gavino Marcello Tolu,  membro tra l’altro della commissione per la scelta degli atleti delle fiamme azzurre…ma no…questa è un’altra storia…

mm