Possono essere iscritti nei ruoli federali F.I.S.E. cavalli D.P.A.? SI’!

Possono essere iscritti nei ruoli federali F.I.S.E. cavalli D.P.A.? SI’!

Il vice presidente Giuseppe Bicocchi, e a questo punto anche gli allevatori (sicuramente non tutti, ma alcuni sì), possono dormire sonni tranquilli. I loro puledri D.P.A. possono essere iscritti ai ruoli federali F.I.S.E. senza alcun problema. 

Ciò per gli allevatori sta a significare che:

  • aliquota IVA del cavallo al 10% al momento della vendita, seppure già in età da attività sportiva;
  • se non salta lo si può mangiare.

Affermazioni molto forti, ma tanto traspare “unendo i puntini” della normativa sui cavalli D.P.A., così come risulta in seguito alla approvazione del libro I, alla circolare attuativa 01/2018 e al chiarimento reso dal Segretario Generale, riportato di seguito.

5e37cc2c-0580-4ff2-b33c-f21592ddbc2a

La circolare attuativa 01/2018, uscita il 19 febbraio è molto chiara in proposito.

circolare

Un puledro in doma in un allevamento NON sta svolgendo una attività gestita da un ente affiliato o aggregato F.I.S.E., perchè gli allevamenti tali non sono. Da ciò si desume anche che la doma del puledro non è considerata attività sportiva! Quante cose che si imparano sulla filosofia equestre di questa dirigenza.

Avanti così!

mm

Delibera n. 195 del 17/03/2015: “Principi di tutela e di gestione degli equidi”.

Delibera n. 195 del 17/03/2015: “Principi di tutela e di gestione degli equidi”.

Il Commissario Straordinario 

DELIBERA

[omissis]

– di integrare il Regolamento FISE per la tutela del cavallo sportivo sulla base delle norme e dei principi successivamente introdotti a livello nazionale ed internazionale come da testo in allegato che costituisce parte integrante della presente delibera.

Non si spegne il dibattito sui social – e non solo – sulla questione cavalli D.P.A. in F.I.S.E.. Il Presidente Di Paola stesso, anche in questi minuti sta partecipando attivamente alla discussione, difendendo la delibera approvata il 4 dicembre scorso dal Consiglio (eccezion fatta per la Consigliere Eleonora Di Giuseppe), in cui di fatto si apre all’iscrizione ai ruoli federali dei cavalli D.P.A..

Le argomentazioni, in verità a volte confuse, se non addirittura mutevoli, portate dal Presidente nei commenti sui social non sono di nostro interesse, poiché la tematica D.P.A./F.I.S.E. – che sia un fatto culturale, che sia una non ghettizzazione, che sia un fraintendimento generale di ben altri intenti (queste alcune delle giustificazioni portate dal Presidente) – può avere uno ed un solo epilogo: mantenere la normativa già esistente, che esclude i cavalli D.P.A. dai ruoli federali.

Tuttavia, non si capisce se in tono di sfida, o perché non aveva la documentazione a disposizione neppure lui stesso, il Presidente pro tempore Marco Di Paola, in più di una occasione, nei commenti sui social, ha richiesto che qualcuno producesse copia della delibera di assunzione del regolamento che sancisse l’esclusione dei cavalli D.P.A. dall’iscrizione alla F.I.S.E..

#TEO si è attivato, e si pregia di condividere con gli amici che leggono i post (siete tantissimi, e mai vi ringrazieremo abbastanza), e la delibera e il regolamento.

Delibera n. 195 del 17 Marzo 2015

Delibera 195 2015

Ciò che interessa a noi, tratto dai “Principi di tutela e di gestione degli equidi” si trova alle pagine 47 e 48.

principi 1

principi 2

Non rileva il fatto che l’attuale Presidente della F.I.S.E. invochi a sua “difesa” il fatto che la precedente gestione non si sia mossa nella direzione del rispetto di tali normative: ora il Presidente è lui, Marco Di Paola, e il suo dovere può essere anche quello di colmare eventuali lacune di chi era al comando prima di lui.

Cliccando sulla scritta qui sotto, potete leggere il testo dei “Principi di tutela e di gestione degli equidi”: rileva notare che tale documento è stato curato dalla Dottoressa Eleonora De Giuseppe.

PRINCIPI_DI_TUTELA_E_DI_GESTIONE_DEGLI_EQUIDI_- 6 marzo 2015

 

D.P.A., non D.P.A.: la F.I.S.E. davanti ad un bivio!

D.P.A., non D.P.A.: la F.I.S.E. davanti ad un bivio!

Domani, o oggi, a seconda di quando leggerete questo post, 12 dicembre, si terranno a Roma la riunione della Consulta dei Presidenti dei Comitati Regionali e il Consiglio Federale.

Dopo il post di #TEO, che richiamava l’attenzione sull’approvazione da parte del Consiglio Federale  di una norma, inserita nel Libro I del Regolamento Generale F.I.S.E. in bozza, che avrebbe permesso la macellazione di cavalli iscritti ai ruoli federali, si è scatenato un vero e proprio inferno sul web e non solo.

La F.I.S.E. si è preoccupata di smentire subito la notizia, con un comunicato lampo, uscito addirittura in un giorno festivo (8 dicembre), in cui oltre a negare fermamente la notizia, annunciava denunce per diffamazione. In realtà il testo del Comunicato nascondeva alcune raffinatezze lessicali, e di forma, che ci hanno spinto ad approfondire l’argomento.minaccia

“Il Consiglio Federale non ha mai deliberato e non delibererà mai l’autorizzazione alla macellazione dei cavalli atleti!”

Ci siamo preoccupati di andare a ricercare la definizione di “CAVALLI ATLETI”, scoprendo nostro malgrado che il “trucco” era lì. Effettivamente la F.I.S.E., il suo Presidente pro tempore, Marco Di Paola, e il Consiglio Federale, ad eccezione della Dott.ssa Eleonora Di Giuseppe, hanno deliberato in sede di Consiglio (come indicato nel solerte comunicato stampa), in merito all’argomento, approvando il testo dell’articolo 33.2, che riportiamo per vostra conoscenza.

33.2

L’art. 33.2, parafrasato, dice che lo status di cavallo atleta va riconosciuto a quei cavalli non D.P.A. che svolgono attività sportiva.

Tutti quei cavalli che non svolgono attività sportiva e non partecipano a manifestazioni F.I.S.E. (quindi i cavalli o i pony della scuola, solo per fare un esempio), pur iscritti ai ruoli federali, possono essere D.P.A. e quindi macellabili.

Questo è quanto deliberato nel Consiglio Federale del 4-5 dicembre.

maxresdefault

Il Presidente, immediatamente dopo il comunicato stampa, si è preoccupato di rilasciare una dichiarazione a Cavalli & Cavalieri Campioni, che riportiamo di seguito, nella quale prende un impegno preciso, che abbiamo sottolineato in rosso nello shot sottostante.

C&C

L’impegno preso da Marco Di Paola sta a significare che forse non era stato messo al corrente di quanto indicato nell’art. 33.2 del Libro I del Regolamento Generale F.I.S.E. in bozza.

maxresdefault

E’ di oggi un comunicato della Dott.ssa Eleonora Di Giuseppe, che a 12 ore dalla pubblicazione sta ancora impazzando nel web, in cui la Consigliere “all’opposizione” sull’argomento, espone con solerzia fatti e dinamiche dell’approvazione del testo incriminato, confermando la nostra tesi secondo cui di fatto si aprono le porte all’iscrizione dei cavalli D.P.A. ai ruoli federali.

Non lo riportiamo integralmente, poiché è facilmente rinvenibile su Facebook, sul profilo di Eleonora Di Giuseppe, essendo impostato come pubblico e leggibile da qualsiasi utente.

DG

Che scenari si profilano?

Durante l’odierno Consiglio dei Presidenti, che precede la Consulta di domani è stato richiesto ai Presidenti Regionali di non sollevare l’argomento in sede di riunione del 12 dicembre. Noi di #TEO pensiamo che questo invito non sarà accolto dai Presidenti. La responsabilità POLITICA della apertura alla macellazione di cavalli iscritti ai ruoli federali ricadrebbe anche su di loro.

Il Presidente ha preso un chiaro impegno: lo rispetterà?

E con che modalità?

Il testo è già stato deliberato: ciò significa che non si può andare a correggere una delibera già presa, perché si configurerebbe una ipotesi di reato. L’argomento deve essere ritrattato ed oggetto di una nuova delibera da parte del Consiglio Federale.

Nel momento in cui la situazione rimanesse allo stato attuale delle cose, prevediamo tempi molto duri per la Federazione Italiana Sport Equestri e per la sua dirigenza, in particolare per il Presidente Marco Di Paola.

#TEO dice NO ai cavalli D.P.A. in F.I.S.E.

Per fare ciò sarebbe sufficiente non variare la norma così come legiferata nel 2006.